Spettacoli e monumenti a Verona

Cose da vedere a Verona
Verona è la seconda città d’arte più importante del Veneto, dopo Venezia, che è a poco piu di un’ora da Verona.
Al turista che visita Verona rimangono ricordi visivi e suggestioni derivanti dallo splendore dell’ architettura antica che pervade tutta la città, dall’atmosfera dei vicoli e delle piazze, ma anche dai sapori e dei gusti di una cucina territoriale e tradizionale…Regalando un viaggio che lascerà un segno indelebile nella memoria di chi l’ha vissuto!
Ciò che colpisce della città di Verona è senza dubbio l’assoluta abbondanza di testimonianze artistiche, storiche e culturali concentrate in una singola città.
Espressioni delle vestigia romane, assolutamente da non perdere sono: l’ Arco dei Gavi, il Ponte Pietra, la Porta dei Corsari, la Porta dei Leoni, il Teatro Romano, di Età Augustea, costruito alla fine del I secolo a.C. e recuperato nella prima metà dell’ 800, e l’ Arena di Verona, il grandioso anfiteatro di Età Flavia, costruito fuori dalle mura della città.
Importanti testimonianze dell’ età romanica e gotica sono: la Chiesa di San Zeno risalente al XII secolo, nel cui altare maggiore si trova uno stupendo trittico del Mantegna, mentre nella cripta è custodito il corpo del santo patrono della città; il complesso del Duomo, che custodisce, fra gli altri inestimabili tesori d’arte, una spettacolare pala di Tiziano; e la Chiesa di San Fermo Maggiore, che conserva al suo interno alcuni affreschi giotteschi, opere del Pisanello e varie tele della Scuola Veronese.
A ridosso della romanica chiesa di Santa Maria Antica, del XII secolo, erge il complesso delle Arche Scaligere: le monumentali tombe degli Scaligeri, Cangrande, Mastino II e Cansignorio, i signori di Verona dal 1260 al 1387.
L’edificio civile di riferimento è Castelvecchio, costruito all’epoca di Cangrande II della Scala, ora sede del Civico Museo d’Arte. L’ elegante Loggia del Consiglio, attribuita a Frà Giocondo, gli splendidi palazzi e le porte firmati dal veronese Michele Sanmicheli (Porta Nuova, Porta Palio, i Palazzi Guastaverza, Pompei, Canossa, Bevilacqua e la Cappella Pellegrini nella Chiesa di Santa Maria in Organo) sono alcuni episodi di un Rinascimento che è stato particolarmente florido a Verona.
Ma è senza dubbio l’ itinerario che tocca i luoghi in cui si sono svolte le appassionanti vicende di Giulietta e Romeo, che Shakespeare ambienta nella Verona Scaligera, a rendere questa città la meta preferita da migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo e che ogni anno visitano Verona. Si trovano così la Casa di Giulietta, del XII secolo, con il famoso balcone che dà sul cortile e la bronzea statua della dolce fanciulla; poco lontano si trova la Casa di Romeo e con una breve passeggiata si giunge alla Tomba di Giulietta, situata nei pressi di un antico convento.
Da ricordare anche i vari musei presenti in città, tra i quali: il Museo Archeologico, il Museo civico di Castelvecchio, sopra citato e il Museo Lapidario, che contengono opere di inestimabile valore artistico.
Oltre ai monumenti indicati, Verona possiede numerosi altri monumenti religiosi (chiese, oratori, conventi) e civili (ville patrizie, e signorili), che testimoniamo la lunga e gloriosa storia della città.
Arena di Verona
E’ uno dei monumenti più grandiosi pervenutici dall’ Antica Roma ed è senza dubbio quello più famoso della città, da sempre meta d’obbligo per i visitatori che qui giungono da tutto il mondo. L’ anfiteatro di Verona, il terzo più grande d’ Italia, è incastonato in Piazza Brà ed è sorto tra la fine dell’ Impero di Augusto e quella dell’ Impero di Claudio. Sorgeva all’esterno della cinta muraria per ospitare spettacoli ed incontri di lotta, che si svolgevano proprio al centro di esso, sull’ arena, sabbia usata come copertura della zona di combattimento per assorbire il sangue di gladiatori e animali. Oggi l’ Arena è all’interno della città, e questo perché nel 256 d. C. la minaccia delle invasioni barbariche portò l’ Imperatore Galieno a dovete difendere la città, e così l ‘Arena venne cinta da mura e inglobata nella città.
La prima “Aida” venne allestita nel 1913, e da quel momento l’ Arena è diventata il più famoso teatro all’aperto del panorama internazionale, ed oggi ospita una delle stagioni liriche più prestigiose al mondo. Può contenere 15000 spettatori e le scene vengono allestite dai più grandi artisti del mondo, tanto che una serata all’ Arena resta indimenticabilmente e da sola può giustificare un viaggio da sogno a Verona.
La stagione areniana 2007 sarà all'insegna della migliore tradizione operistica, proponendo alcune tra le opere più amate dal pubblico. Ma l Arena è anche: Festivalbar, la manifestazione canora estiva che raggruppa cantanti famosi a livello internazionale; concerti importanti e anche spettacoli e musical.




Ubique Realizzazione siti internet Padova Venezia
Valid XHTML 1.0 TransitionalValid CSS!